2014-01-08
Xarici işlər naziri Elmar Məmmədyarovun TMNews agentliyinə müsahibəsi

L’Azerbaigian punta a diventare uno dei principali fornitori di gas per l’Italia e l’Europa: lo dichiara il ministro degli Esteri Elmar Mammadyarov in un’intervista a Tmnews, in cui auspica un ulteriore sviluppo delle relazioni bilaterali e una una maggiore presenza di capitali azeri in Italia. “Siamo convinti che negli anni a venire i nostri Paesi potranno beneficiare di un crescente livello di reciproci investimenti”, afferma il capo della diplomazia di Baku.

Ricordando le relazioni di antica data tra i due Paesi, ancora dai tempi “dei viaggiatori medievali e del commercio con le città-stato italiane” al tempo della Via della Seta), il ministro degli Esteri azero fa notare come oggi l’Italia sia il primo partner commerciale dell’Azerbaigian, con scambi per oltre 5 miliardi di euro. Un dato dovuto essenzialmente alle forniture di petrolio azero (che coprono oltre il 12 del nostro fabbisogno), ma che può essere diversificato. “Nei prossimi anni ci impegneremo a relizzare enormi progetti di gasdotti internazionali dall’Azerbaigian ai mercati europei, il che significa che l’Azerbaigian può diventare anche uno dei principali fornitori di gas per l’Italia, afferma Mammadyarov.

A rafforzare i legami tra Baku e Roma dall’anno scorso c’è il progetto Tap, la Trans-Adriatic pipeline (Tap) con cui il metano azero del mega-giacimento di Shah arriverà in Europa, approdando in Puglia. Il presidente del Consiglio Enrico Letta è stato a Baku, lo scorso agosto, per esprimere direttamente al presidente Aliyev la soddisfazione per la scelta del Tap come nuova via del gas azero verso l’Ue.

Ma non ci sono solo il gas e il petrolio, continua il ministro degli Esteri azero. Oggi “molte società italiane mostrano grande interesse per il settore non-oil in Azerbaigian, in particolare edilizia, mobili, ingegneria meccanica, industria del cibo, agricoltura, turismo, ceramica e altri settori”

Allargando il quadro alla dimensione europea, al summit del Partenariato orientale di a fine novembre, a Vilnius, l’Azerbaigian ha firmato un accordo per la facilitazione dei visti. E il ministro Mammadyarov assicura che “l’ulteriore integrazione nelle strutture euroatlantiche costituisce un corso strategico perseguito dall’Azerbaigian”. In questo contesto, aggiunge, “noi apprezziamo molto il sostegno dell’Italia nel rafforzare i nostri legami con l’Ue”. A livello politico “ci sono reciproca comprensione, intense consultazioni politiche e visite bilaterali, cooperazione nell’ambito delle organizzazioni internazionali”. Una base su cui “far continuare a crescere una fruttuosa cooperazione e l’amicizia” tra i nostri Paesi, conclude il ministro.

Mənbə: TMNews

növbəti xəbər əvvəlki xəbər